Apple Watch e MacBook Air: marzo data ormai certa

iwatch

Apple Watch e MacBook Air da 12 pollici: l’arrivo a marzo si fa sempre più probabile. È quanto sostiene Ming-Chi Kuo di KGI Securities, analista solitamente affidabile sul conto dell’azienda californiana, il quale avanza anche delle previsioni sulle vendite del Q1 2015. I due dispositivi potrebbero essere lanciati in contemporanea o, tuttalpiù, a pochi giorni di distanza. Non è di certo una sorpresa: del possibile arrivo nel mese di marzo di Apple Watch e del nuovo MacBook Air se ne parla ormai da diverse settimane. La conferma da parte di Kuo, considerata anche la sua autorevolezza nell’universo delle previsioni targate mela morsicata, non fa altro che trasformare le indiscrezioni degli ultimi tempi in una vaga certezza. Stando all’analista, poco prima dell’arrivo nei negozi è probabile che Apple riveli nuove informazioni sullo smartwatch, come la durata della batteria e le modalità di pre-ordine.

Articolo tratto da webnews.it

Annunci

Apple Watch, 24 milioni di vendite nel 2015

07

Entro la fine del 2015 Apple potrebbe riuscire a vendere ben 24 milioni di Apple Watch sul mercato. Sono queste le previsioni di UBS fatte sulla base di una survey condotta fra gli utenti e che proprio per tale ragione dovrebbero risultare decisamente verosimili. Stando a quanto emerso il 10% dei consumatori a stelle e strisce si dice già pronto ad acquistare lo smartwatch di Cupertino nelle versioni Apple Watch, Apple Watch Sport e Apple Watch Edition sebbene allo stato attuale delle cose il rilascio dell’orologio non sia previsto prima dell’inizio del prossimo anno. Qualora Apple riuscisse effettivamente a “piazzare” 24 milioni i unità di Apple Watch per l’azienda della mela morsicata più famosa al mondo sarebbe un vero e proprio successo. Apple andrebbe infatti a sbaragliare tutti i competitors del settore. Sino ad ora, infatti, Samsung, Pebble, LG e company non sono accora riusciti a raggiungere cifre così elevate. In definitiva ha avuto ufficialmente inizio la guerra dei dispositivi indossabili che vedrà sostanzialmente iOS e Google Wear opposti sul mercato. Stando alle più recenti analisi quello degli indossabili andrà a configurarsi come un settore particolarmente proficuo: si stimano 148 milioni di device wearable in circolazione entro il 2019 Nel dettaglio, UBS ha condotto un sondaggio su un campo rappresentativo di 4.000 persone arrivando in tal modo a stimare vendite pari a 24 milioni di dispositivi. Il 70% degli intervistati ha inoltre spiegato di possedere già un classico orologio e anche di voler attendere Apple per passare all’utilizzo di uno smartwatch nonostante sul mercato siano già disponibili altre proposte.

Articolo tratto da www.geekissimo.com

La nuova sede di Apple a Cupertino, l’astronave disegnata da Norman Foster

Sede Apple Norman Foster
Norman Foster ha deciso di dare una casa futuristica e dallo stile fantascientifico alla Apple, la celebre casa hi-tech che presto potrebbe aprire il suo nuovo quartier generale a Cupertino. Il progetto, ora al vaglio del consiglio comunale della città californiana, prevede la realizzazione di una vera e propria astronave, che sorgerà dove un tempo c’erano gli impianti della Hewlett Packard. 260mila metri quadri, per 15mila dipendenti. La Apple, nel caso venisse costruita questa astronave, si impegna a realizzare tantissimi progetti che saranno ben graditi ai cittadini di Cupertino, come case, piste ciclabili e parchi. Un investimento di 68 milioni di dollari, che va ad aggiungersi a quello di 5 miliardi di dollari che servirà per la realizzazione di questo edificio che secondo Steve Jobs sarebbe stato realizzato con materiali di altissima durata.

Articolo tratto da http://www.designerblog.it/